SABATO 6 GENNAIO 2018 

partenza da stazione di Firenze Santa Maria Novella ore 9:00

 

prenotazione tramite ProLoco di San Piero a Sieve.

Per prenotazione posti cliccare qui

Le prenotazioni verranno chiuse al raggiungimento del numero massimo consentito dei posti in vettura

 

INFORMAZIONI GENERALI

Il "Treno della Befana" è un convoglio storico con trazione a vapore e vetture d'epoca direttamente organizzato da ATTS Italvapore che viene effettuato ogni anno il 6 di Gennaio in occasione della festività dell'Epifania.

Il treno percorre un'anello di circa 60 Km partendo dalla stazione di Firenze centrale (Firenze Santa Maria Novella) alla volta di San Piero a Sieve, in Mugello, transitando per Pontassieve e quindi risalendo la Valdisieve passando per Rufina, Dicomano e Vicchio.

 

 

Si chiude l'anello rientrando a Firenze SMN via Vaglia percorrendo il tratto della linea storica "Faentina" la quale supera i rilievi montuosi che delimitano la valle del Mugello dalla piana di Firenze.

Il treno è aperto al pubblico con prenotazione dei posti. Le prenotazioni vengono generalmente aperte ai primi del mese di Dicembre.

L'orario di partenza indicativo è le ore 9:00 del mattino mentre il rientro a Firenze è previsto per le ore 14:30. L'evento viene organizzato con la preziosa collaborazione dei volontari della ProLoco di San Piero a Sieve.

 

COME PRENOTARE I POSTI

Il pubblico accede al treno usufruendo di posti prenotati e numerati, non sono previsti passeggeri in piedi. Ogni viaggiatore disporrà del proprio sedile precedentemente riservato. La prenotazione dei posti avviene esclusivamente online sul sito della ProLoco di San Piero a Sieve dove sono spiegate dettagliatamente tutte le istruzioni per procedere alla prenotazione.

L'iniziativa è particolarmente indicata per i bambini. Sono previste riduzioni per famiglie, anche numerose. Le tariffe per l'accesso al treno sono volutamente molto contenute considerando anche la lunghezza del viaggio (circa 60 Km interamente a vapore in cui verranno consumate in media circa 3 tonnellate di carbone). I fondi raccolti, al netto del pareggio dei costi sostenuti, serviranno per finanziare la nostra Associazione nei vari progetti di recupero e rimessa in sevizio di rotabili storici attualmente non ancora atti a circolare.